La cessione del quinto

un prestito per tutti

La Cessione del Quinto è una particolare forma di finanziamento accessibile a tutti i dipendenti e pensionati anche se hanno avuto disguidi finanziari (pignoramenti,protesti , ritardi e/o insoluti o troppi finanziamenti in corso) . Consente di avere una rata accessibile e comunque proporzionata alla capacità di restituzione e un tasso agevolato e fisso per tutta la durata del finanziamento. Sono queste caratteristiche che rendono la cessione del quinto uno tra i finanziamenti più diffusi.

  • Una copertura assicurativa sulla vita e contro il rischio di licenziamento assicura il debito residuo e il costo è a carico dell’istituto . Il tuo lavoro garantisce un tasso davvero basso perché non gonfiato dai rischi d’insolvenza.
  • Non occorre motivare la finalità della richiesta.
  • L’istruttoria della pratica è gratuita.
  • È un prestito per tutti, anche per chi ha subito protesti o che ha problemi per accedere al credito.
  • Si risparmia potendo sostituire tutte le rate mensili con un unico finanziamento dilazionato in 10 anni.
Documenti Necessari

Di seguito sono elencati i documenti necessari per accedere ad un prestito finanziario tramite cessione del quinto dello stipendio. Avviare la pratica per ottenere un prestito con la cessione del quinto dello stipendio è facile e veloce. Bastano copie di pochi documenti e il gioco è fatto, ecco di quali documenti avremo bisogno:

  1. Carta d'Identità (fronte e retro)
  2. Codice Fiscale
  3. Ultima Busta Paga
  4. Modello CUD Completo
  5. Cedolino pensione (per i pensionati)

Cos'è la cessione del quinto

La Cessione del quinto dello stipendio non è solo la migliore soluzione ai vostri problemi, ma possiamo affermare che questa formula di finanziamento rappresenta, per chi possiede i giusti requisiti, anche una fonte certa di denaro. Con essa infatti, non si dovrà ricorrere ad estenuanti tentativi e richieste, ma sarà sufficiente porre come unica garanzia il proprio lavoro dipendente.

Durante l'attività lavorativa, maturano annualmente somme che accumulandosi si consolidano nel trattamento di fine rapporto, meglio conosciuto come T.F.R. Tale importo accumulato é la garanzia che tuttii lavoratori dipendenti hanno in misura diversa e a seconda dell'anzianità acquisita, grazie al quale possono accedere alla cessione del quinto dello stipendio. Il rimborso di questo prestito avviene con con rate moderate trattenute direttamente dallo stipendio, con importi e tempi personalizzabili, con prospetti chiari e regolamentati dalle leggi vigenti. Niente fidejussioni, cambiali o garanti, né l'obbligo, spesso spiacevole,di dover motivare la richiesta del finanziamento. Niente sorprese, infatti ogni adempimento è regolato daleggi e direttive precise.

PRESTITO CON DELEGA DI PAGAMENTO

E’ una forma di cessione del quinto appositamente studiato per permettere di ottenere un ulteriore finanziamento da affiancare ad una cessione già esistente. Con questa forma di prestito si può arrivare fino ad un massimo di due quinti. Utile a tutte le categorie di dipendenti per poter accedere ad un ulteriore forma di finanziamento.

CONVENZIONE CON GLI ENTI PENSIONISTICI INPS INPDAP IPOST ENASARCO

Attraverso una Convenzione con l'INPDAP e l'INPS è possibile erogare prestiti ai pensionati dell'Istituto con le seguenti caratteristiche: età finanziabile fino a 85 anni, TAEG molto agevolato con Montante lordo massimo 80.000 Euro, trattenuta mensile direttamente sulla pensione e celerità nell'erogazione.

CONVENZIONE MEDICI

Prestito con delega mediante trattenuta diretta della rata sulla retribuzione mensile.Questo finanziamento ha la particolarità di poter essere dilazionato fino a 10 anni e con tassi di interesse molto agevolati. La rata massima cedibile è pari a un quinto del compenso mensile.

vantaggi della cessione del quinto

Vediamo insieme quali sono concretamente i vantaggi di un finanziamento, che avviene tramite trattenuta diretta sul proprio stipendio o pensione:

  • Richiesta con firma singola, non si rende quindi necessaria la firma del coniuge.
  • Non si è tenuti a motivare in alcun modo la richiesta del finanziamento.
  • È richiesta come unica garanzia la stabilità del proprio lavoro o della propria pensione.
  • Il finanziamento può essere concesso anche in presenza di protesti o altri disguidi di pagamento.
  • Comode rate mensili trattenute direttamente dal datore di lavoro, quindi nessun onere per il dipendente.
  • Una volta stabilito l'importo della rata, questo resta invariato per l'intera durata del finanziamento, ciò a prescindere dalle condizioni di mercato.
  • Il prestito può essere estinto in qualunque momento si ritenga opportuno recuperando gli interessi non ancora maturati sino a quel momento.
  • È possibile rinnovare il prestito anche prima della scadenza ed accedere, in caso di necessità, ad un nuovo prestito, con gli stessi vantaggi.

Perché è un prestito sicuro

La cessione del quinto è il prestito ideale per tutti i dipendenti pubblici/statali, privati e pensionati. Il sistema della rata costante trattenuta direttamente dallo stipendio o dalla pensione rende questo prestito comodo e sicuro. E’ un prestito discreto a differenza delle altre tipologie di prestiti, infatti non si indaga sulla situazione personale del richiedente ne sulla finalità del prestito e questo perchè è un prestito sicuro anche per la Banca che può contare sulla garanzia della retribuzione / pensione, sul TFR e sulla copertura assicurativa obbligatoria. E’ un prestito conveniente per quanto riguarda il tasso e la qualità dell’assistenza al cliente è molto alta ed è un elemento fondamentale che ci contraddistingue.

Aspetti Legali della cessione del quinto

Il prestito contro cessione di quote di stipendio o salario offerto da Nuovo Prestito, è una particolare forma di finanziamento che si contraddistingue da tutte le altre forme di credito. L'operatività è fortemente regolamentata dalla legislazione italiana, da otto articoli di legge (1260-1267) del C.C. che regolano la cedibilità dei crediti su busta paga, nonché dai D.P.R. 180 e 895 del 1950 che ne regolano le modalità di intervento.

La procedura, che prevede la trattenuta diretta in busta paga ad opera del datore di lavoro, prevede inoltre la registrazione e la notifica dei contratti sottoscritti dal richiedente al fine di legalizzare a tutti gli effetti la cessione volontaria. Oltre a questo la Cessione del quinto di stipendio prevede l'automatica accensione di due polizze assicurative: Rischio Vita e Rischio Impiego. Queste intervengono rispettivamente nel caso di decesso del soggetto finanziato che, per effetto di tale polizza, non lascia incombenze ai propri familiari.

Per approfondimenti scarica i documenti qui di seguito presentati:

  1. Legge n. 180
  2. Legge n. 895

Chi può richiederlo

nuovoprestito ti apre sempre la porta

Basta richiedere il preventivo online o chiamare il numero verde 800.060.030.
Un nostro consulente ti fornirà tutte le informazioni e la consulenza personalizzata anche telefonicamente. Se il preventivo proposto sarà di tuo gradimento potrai avviare la pratica comodamente da casa e incontrare il nostro incaricato per la stipula del contratto. Il servizio a domicilio è gratuito ed è effettuato esclusivamente da nostri dipendenti iscritti all'Albo tenuto da Banca d'Italia.
La sicurezza dei nostri clienti è una nostra priorità.

Dipendenti Statali

  • Anzianità Minima: almeno 3 mesi di servizio.
  • Limite Età Finanziabile: tra i 18 e i 65 anni.
  • Rate: fisse, trattenute da busta paga, della durata di 60 o 120 mesi.
  • Tasso: fisso.
  • Requisiti: essere in salute, non esser stati sospesi da lavoro per motivi gravi, non essere in aspettativa.

Dipendenti Pubblici

  • Anzianità Minima: almeno 3 mesi di servizio.
  • Dilazione: da 24 a 120 mesi
  • Limite Età Finanziabile: tra i 18 e i 65 anni.
  • Rate: fisse, trattenute da busta paga.
  • Tasso: fisso.
  • Requisiti: essere in salute, non esser stati sospesi da lavoro per motivi gravi, non essere in aspettativa.
  • Documentazione Richiesta: carta d'identità, codice fiscale, cud e ultima busta paga. Basta avere un lavoro stabile, con inquadramento a ruolo e assunzione a tempo indeterminato.

Dipendenti Privati

  • Anzianità Minima: almeno 3 mesi di servizio.
  • Limite Età Finanziabile: tra i 18 e i 65 anni.
  • Rate: fisse, trattenute da busta paga, della durata di 60 o 120 mesi.
  • Tasso: fisso.
  • Requisiti: essere in salute, non esser stati sospesi da lavoro per motivi gravi, non essere in aspettativa.
  • Documentazione Richiesta: carta d'identità, codice fiscale, cud e ultima busta paga. Basta avere un lavoro stabile, con inquadramento a ruolo e assunzione a tempo indeterminato.

Pensionati

  • Anzianità Minima: non è necessaria nessun'anzianità minima
  • Limite Età Finanziabile: fino ai 85 anni.
  • Rate: fisse, trattenute direttamente dalla pensione.
  • Requisiti: pensionati INPS ed INPDAP, IPOST, ENASARCO, ENPALS.
  • Documentazione Richiesta: carta d'identità, codice fiscale cud e cedolino della pensione.